Cosenza Calcio 1914

G. Canonaco*, F. Arieta**, E. Donato**
*Medico sociale Cosenza calcio 1914
**Fisioterapisti Cosenza Calcio 1914

Introduzione

La necessità di conoscere il più concretamente possibile l’incidenza numerica degli infortuni muscolari che colpiscono un giocatore di calcio nel corso di un campionato, ha spinto gli autori alla realizzazione di questo lavoro per avere un dato di partenza a cui risalire negli anni. Nella stagione agonistica 2007-2008 gli atleti del Cosenza Calcio erano 26, più precisamente: 3 portieri 9 difensori 8 centrocampisti 6 attaccanti. Tutti i calciatori sono stati curati per l’intero anno dallo staff medico del Dott. Giuseppe Canonaco presso l’ambulatorio medico dello stadio San Vito e presso il Centro di Medicina Manuale di Castrolibero.

Materiali e metodi
I criteri con cui sono stati classificati i traumi muscolari sono i seguenti:
Eventi traumatici importanti: strappo, stiramento, distrazione di I° e di II°, grave contusione ecc. che hanno causato l’impossibilità del giocatore a partecipare ad almeno tre allenamenti consecutivi.

Eventi traumatici minori: contratture, lievi contusioni, affaticamento muscolare ecc che producono esclusivamente una sospensione al massimo di due allenamenti settimanali.
In questo lavoro ovviamente abbiamo preso in considerazione soltanto gli eventi traumatici importanti.
Abbiamo suddiviso i giocatori per gruppi in base all’età cioè:

  • Sotto i 25 anni
  • Tra i 25 e i 30 anni
  • Sopra i 30 anni.

Abbiamo considerato inoltre le partite disputate (34 gare ufficiali) e le sedute di allenamento (220 circa).

Risultati
La seguente tabella riporta il numero di calciatori colpiti da traumi muscolari importanti in funzione del ruolo


Dalla tabella si può osservare che si sono verificati:0 traumi per i portieri

6 traumi per i difensori

0 traumi per i centrocampisti

4 traumi per gli attaccanti.

E’ evidente come l’atleta più sottoposto a rischio sia stato il difensore e come il 26% dei calciatori sia stato colpito da evento traumatico muscolare. Risulta anche che, in assoluto, il maggior numero di traumi sia avvenuto in gara (6) piuttosto che in allenamento (4).

Abbiamo verificato che le giornate di gara perdute per infortunio muscolare sono state 20 e più precisamente per quanto concerne i singoli ruoli:

  • Numero 0 assenze per i portieri
  • Numero 9 assenze per i difensori
  • Numero 0 assenze per i centrocampisti
  • Numero 11 assenze per gli attaccanti.

In riferimento poi alla sede dei traumi muscolari abbiamo constatato che su un totale di 10 casi:

  • Per il 50% è interessato il flessore della coscia
  • Per il 30% è interessato il polpaccio
  • Per il 10% (1 caso) l’adduttore
  • Per il 10% (1 caso) il quadricipite.

Nel seguente diagramma si può osservare la distribuzione dei traumi muscolari in funzione dell’età degli atleti

  • Sotto i 25 anni: 40%
  • Da25 a30 anni: 10%
  • Sopra i 30 anni: 50%

 

Per quanto riguarda la frequenza dei traumi per uno stesso giocatore, c’è da rilevare che non abbiamo avuto alcuna recidiva, se qualche giocatore ha avuto più traumi, tali eventi traumatici hanno riguardato sedi muscolari diverse.

Durante i vari mesi dell’anno abbiamo avuto la seguente incidenza:
Agosto: 0 infortuni
Settembre: 1 infortunio
Ottobre: 3 infortuni
Novembre: 2 infortuni
Dicembre: 0 infortuni
Gennaio: 1 infortunio
Febbraio: 2 infortuni
Marzo: 0 infortuni
Aprile: 1 infortunio
Maggio: 0 infortuni.

 

1 - 2 - 3 Pagina successiva >>