NEWS

15-06-2017 - Seminario 8 Giugno al CMR di Bologna : Perchè ci ammaliamo? La Medicina integrata : percorsi di cura per un nuovo concetto di salute

Il principio della medicina moderna, da secoli, si fonda su una visione meccanicistica e questa sancisce la divisione mente-corpo: se all`inizio, però, una tale concezione si era rivelata utile, data la complessità dello studio della disciplina, oggigiorno non è più concepibile separare due elementi che costituiscono un organismo unico e indissociabile.

Da qui anche il "prendersi cura" di una persona ammalata, diventa un`impresa riservata e distante dal soggetto.

La medicina integrata, con la sua visione olistico-scientifica, da diverso tempo sta cercando di costruire un nuovo concetto di "salute": conscia del fatto che non è semplice scardinare dei retaggi culturali radicati da secoli, anche nella forma mentis di molti professionisti che lavorano nell`ambito sanitario.

Innanzitutto, questo nuovo concetto di salute, vuole che si coinvolga la persona nel percorso di cura, vedendo la "malattia" come una condizione di disagio dell`uomo, da considerare nel suo “intero" e non piu scisso.

Ieri, grazie alla numerosa presenza al seminario del CMR di Bologna, l`entusiasmo, la partecipazione attiva della gente, si è condiviso ed apprezzata la rivalutazione dell`uomo nel suo percorso di cura.

Si può certamente affermare che la "ritrovata armonia" della medicina integrata possa essere, finalmente, un inizio di consapevolezza e di nuova coscienza, sia nell`utente che nel professionista della salute. Un grazie a tutti i partecipanti, sia l`uditorio che i relatori, è doveroso.

La storia della nuova medicina, a servizio della "salute", ha avuto inizio e non può più essere fermata.

11-05-2017 - Seminario 10 Maggio 2017 al CMR di Settimo

Al Cmr di Settimo ieri (10 Maggio 2017) serata davvero interessante !

Tema della discussione di ieri non la ricerca della malattia , ma la ricerca della SALUTE.

Grazie a tutti i relatori e a tutti gli intervenuti ! Prossimo appuntamento l`8 Giugno al Cmr di Bologna !!!!! 

19-04-2017 - PERCHE` CI AMMALIAMO? SEMINARIO TEORICO-PRATICO.

PERCHE’ CI AMMALIAMO? Percorsi di cura per un nuovo concetto di salute

Perché questa malattia? Perché d’improvviso il mio corpo si lascia invadere da squilibri, da microbi , da virus , da cellule maligne ?

La malattia ci trasmette un messaggio. La malattia è un mezzo di comunicazione.

In tutte le patologie il riscontro sarà sempre lo stesso: ogni sintomo, ogni segno , ogni “proliferazione cellulare” , ogni necrosi ha un senso logico, un’utilità. La tendenza a rispondere agli stimoli esterni, o viene da noi controllata o il corpo si sostituisce a noi , al fine di attuare reazioni vantaggiose utili alla sopravvivenza.

Il corpo viene attivato esclusivamente in quel tessuto utile a compensare l’incapacità di gestire la situazione. Esempio: se inciampiamo inaspettatamente in un gradino delle scale, si attiva un programma motorio per cercare di recuperare immediatamente la stabilità del corpo. Tutti gli essere viventi obbediscono alle medesime leggi biologiche. Esiste un limite fisiologico che non si può superare , oltre il quale si producono delle conseguenze più o meno importanti sul nostro funzionamento biologico .

In tal senso la malattia non si configura più come un “ errore della natura” , una calamità più o meno naturale , un destino, per diventare invece quello che essa è: una manifestazione umana. L’evoluzione biologica della sua specie, e le malattie non sono altro che la miglior risposta che esso fornisce alle sollecitazioni dell’ambiente in cui vive.

Da un punto di vista più specifico , ogni singola cellula del nostro corpo ha a sua volta un codice di funzionamento biologico . Le cellule degli alveoli polmonari , ad esempio, ci permettono di assorbire ossigeno e di espellere anidride carbonica , mentre quelle digestive ci permettono di assimilare gli alimenti , e i neuroni intervengono principalmente nella detenzione delle informazioni e nella trasmissione degli ordini impartiti dal cervello. Tutte queste “unità di funzionamento biologico” ci permettono di vivere armoniosamente all’interno del nostro ambiente , ma perché accade , a un certo momento, che queste cellule si mettono a funzionare in maniera diversa da quella dettata dal codice biologico , come succede appunto quando ci si ammala? Oggi abbiamo una risposta.

Pensavamo di trovarla a livello cellulare , ma si situa invece a livello celebrale. Ogni processo fisiologico , sinora chiamato malattia, non è altro che un processo con una precisa finalità e senso biologico. La malattia quindi non viene più considerata un errore della natura , ma è una fase utile e necessaria per compensare uno squilibrio subito dall’individuo. Tutto cambia e si prende improvvisamente il controllo della situazione. Uno shock inaspettato , più o meno drammatico , attiva in modo sincrone la psiche , il cervello e l’organo. La tendenza a rispondere agli stimoli esterni o viene da noi controllata , o il corpo si sostituisce a noi , al fine di attuare reazioni vantaggiose , utili alla sopravvivenza .

La durata della fase conflittuale , definita simpaticotonica , è in funzione di quanto tempo impieghiamo a ristabilire il controllo della situazione , cioè quando si risolve il conflitto. Subito dopo , salvo possibili recidive , si passa alla fase , detta vagotonica , che è la fase restitutiva o di riparazione . Quando un essere entra in stato di stress , il cervello risponde con due tipi di soluzioni: l’attacco o la fuga . Nella pratica della nuova medicina si cerca sempre un conflitto scatenante : il momento, cioè , in cui viene raggiunta e oltrepassata una certa soglia biologica di funzionamento. Questa soglia è la “Threshold limit value” ( letteralmente “valore del limite di soglia” ), come viene chiamata dai fisiologi : la soglia di messa a fuoco dei programmi biologici. Ciò che è fondamentale riguardo questa soglia sono i limiti personali nei confronti dello stress , perché ciascuno di noi funziona all’interno dei propri limiti fisiologici. Esiste quindi un limite fisiologico che non si può superare , oltre al quale si producono delle conseguenze più o meno importanti sul nostro funzionamento biologico.

Seminario gratutito : max 30 persone Durata : 2 ore Parte teoria e parte pratica (esercizi di rilassamento e visualizzazioni di gruppo ) PRENTOAZIONE OBBLIGATORIA max 30 persone SEDE: CMR di Settimo di Montalto. Ore: 17,30 il giorno 10 Maggio. Dr. Giuseppe Canonaco

31-03-2017 - 15 ANNI DI BUONA SANITà AL CMR . GRAZIE A CHI HA SCELTO DI FESTEGGIARE CON NOI

15-03-2017 - 15 ANNI DI BUONA SALUTE AL CMR DI CASTROLIBERO

Il CMR ( centro di medicina riabilitativa) di CASTROLIBERO compirà 15 anni di attività.

E` uno dei primi centri di MEDICINA MANUALE in Italia , nato dall`esperienza medica e dalla passione, diventato ora un punto di riferimento specialistico sanitario in Calabria.

Questo connubio MEDICINA MANUALE\ FISIOTERAPIA ha permesso di curare in questi 15 anni numerose patologie (come ernie del disco, stenosi lombari , coxartrosi e gonartrosi anche gravi), spalle dolenti ( anche quelle con calcificazioni) e lesioni della cuffia dei rotatori , pubalgie , tunnel carpali , e patologie sportive e neurologiche etc. senza ricorrere ad intervento chirurgico ed azzerando l`uso di farmaci antinfiammatori .

L`esperienza medica di questi 15 anni la puoi trovare esplicata in sintesi nel nostro sito web: WWW.FISIOCMR.IT ed è graditissima una riflessione in merito tramite il servizio email info@fisiocmr.it

21-12-2016 - Tombola di beneficenza al CMR di Settimo di Montalto , via Olindo Blandi

Per giorno 23 dicembre alle ore 18.30 abbiamo organizzato una TOMBOLATA DI BENEFICENZA presso il CMR di Settimo di Montalto ( 0984-937570) , un giro di TOMBOLA SOLIDALE,per i convenuti un ricco buffet di Natale, l`intero ricavato sarà devoluto a famiglie bisognose individuate da Padre Fedele Bisceglie. Il primo premio cioè la tombola consiste in un soggiorno di una settimana Settimana X 4 persone in Trentino, Marilleva. I numeri verranno estratti dal mitico amico Angelo Gambaro.

19-12-2016 - Analisi Dinamica per Maurizio Leone​ con sistema wireless Bodytronic150 , ora senza nessun filo.

02-12-2016 - La Medicina Manuale, Una medicina efficace , biologica e sensata.

La Medicina Manuale, Una medicina efficace , biologica e sensata.

La Medicina Manuale non è solo una terapia che viene eseguita con l’intervento delle mani , ma la logica conseguenza di un processo che parte da un’accurata anamnesi (ascolto del paziente) , un esauriente esame clinico e funzionale e se serve strumentale, con la formazione di un’ipotesi diagnostica ed infine la corretta esecuzione delle varie tecniche manuali che vengono personalizzate a seconda della patologia riscontrata e del paziente che andiamo a trattare. La Medicina Manuale nasce ufficialmente in Europa nel 1969 quando viene istituita presso l’Università di Parigi una cattedra di medicina ortopedica e terapia manuale affidata al medico francese Robert Maigne. Le origini della moderna medicina manuale si fanno risalire infatti proprio a questo grande medico francese che abbandonò il concetto di lesione osteopatica e introdusse il concetto di D.I.M. (disturbo intervertebrale minore ), cioè di un conflitto vertebrale che a sua vota determina irritazione di una o più radici spinali. Oggi si parla di medicina manuale come di una branca medica che consta di oltre 50 tecniche manuali che si accordano al paziente e ai sintomi che abbiamo di fronte e ,a seconda dei casi, si preferisce una tecnica o un’altra. In questi anni la medicina\terapia manuale ha avuto un’ulteriore spinta grazie agli studi di molti medici e terapisti australiani e neozelandesi (Mc Connel, Mulligan , Vincenzino) e medici svizzeri (Furter) e pertanto anche le indicazioni terapeutiche sono aumentate. Oggi grazie alla medicina manuale è possibile curare senza alcun rischio e con un’efficacia altissima , numerose malattie una volta considerate incurabili evitando l’uso prolungato di farmaci antinfiammatori , e riducendo il ricorso all’intervento chirurgico. La medicina manuale risulta EFFICACE nelle ernie del disco e discopatie, nelle scoliosi , nelle cifosi giovanili e dell’adulto, nelle stenosi del canale vertebrale, nell’artrosi del rachide, nelle vertigini e cefalee, nell’osteoporosi (anche con crolli vertebrali), negli esiti di interventi chirurgici sulla colonna vertebrale, nelle spalle dolorose (lesioni della cuffia dei rotatori , anche in presenza di calcificazioni e nelle spalle congelate), nelle pubalgie e nelle tendiniti , nel tunnel carpale, nella metatarsalgia e nel cosiddetto neuroma di Morton , nelle rizoartrosi , nelle lesioni meniscali , nelle artrosi di anca e di ginocchia anche molto gravi, nelle lesioni muscolari, nelle lesioni periferiche (deficit dello s.p.e.), nelle lesioni nervose centrali (ictus cerebrale , sclerosi multipla, morbo di Parkinson , ecc.) Da pochi anni la medicina manuale si sta dedicando anche alla cura delle patologie degli organi, con risultati eccellenti nelle malattie della vescica, della prostata , dello stomaco , del collo e tante altre ancora ( si analizzano al riguardo gli studi di Luigi Stecco e di Furter) . E’ superfluo ribadire l’assoluta innocuità di tale metodica manuale con zero rischi e zero effetti collaterali. Di norma bastano 3-4 sedute di medicina manuale per avere degli ottimi risultati in genere con una seduta ogni 7\10 giorni. La medicina manuale oltre ad essere efficace, può anche essere considerata BIOLOGICA e SENSATA perché accompagna il paziente, riduce il dolore e il disagio, migliora l’articolarità e la funzionalità ma non si sostituisce al paziente. La soluzione terapeutica non è dovuto ad un elemento chimico o ad un intervento chirurgico, che comunque alterano la funzionalità dell’organismo , ma è dovuto allo scioglimento tramite “ mano medica” della parte bloccata. I benefici sono dovuti agli effetti biomeccanici della medicina manuale e agli effetti neurofisiologici. Tra gli effetti biomeccanici abbiamo un aumento di ampiezza del range articolare con miglioramento del movimento e guadagno funzionale del paziente. Abbiamo inoltre un miglioramento anche della posizione rispetto a quella disfunzionale, con miglioramento posturale e di posizione del paziente nello spazio\tempo. Tra gli effetti neurofisiologici si riscontrano una ipoalgesia per diminuzione della sensibilità dolorifica , una eccitazione simpatica con cambiamenti nel flusso sanguigno della conduttanza della temperatura cutanea e inoltre un effetto muscolare riflesso con diminuzione del dolore . Pertanto queste tecniche ci permettono di avere ottimi risultati anche nella fase acuta delle malattie sfatando il mito, che in fase acuta non conviene intervenire. La maggior parte delle tecniche di medicina e terapia manuale sono altamente specialistiche e richiedono formazione e alti livelli di preparazione. In questi 20 anni presso i nostri CMR (centri di medicina riabilitativa) abbiamo curato migliaia di pazienti grazie alle tecniche di medicina manuale associate a metodiche riabilitative muscolari specifiche. Per chi volesse saperne di più può consultare il nostro sito web (www.fisiocmr.it ) e andare alla voce “casi clinici”, dove troverà i commenti di migliaia di pazienti da noi curati.

Buona salute a tutti.

Dottor. Giuseppe Canonaco ( Direttore sanitario CMR Specialista in medina dello sport Specialista in fisiatria)

02-12-2016 - Seminario\ Conferenza : Connessione Corpo\ Mente (Bologna)

ABSTRACT SEMINARIO-CONFERENZA CONNESSIONE CORPO-MENTE

"La felicità è benefica per il corpo, ma è il dolore che sviluppa i poteri della mente" M. Proust

Ho sempre sospettato che la psiche avesse un ruolo nei processi di guarigione. Eppure non è stato facile trovare le evidenze scientifiche. La connessione corpo-mente la sperimentavo ogni giorno nei miei anni di specializzazione in Medicina dello Sport e nei successivi anni di specializzazione in Fisiatria e ne avevo una continua conferma durante la mia attività professionale, curando numerosi atleti e pazienti affetti da diverse patologie mediche. Certo, da fisiatra e medico dello sport e medico manuale, mai avrei pensato di dover dare un ruolo fondamentale alla mente. Grazie alla Medicina Manuale assistevo a cose straordinarie, persone che miglioravano già dopo una seduta, sintomatologie dolorose che scomparivano dopo pochi trattamenti, atleti e persone che dopo un ciclo di Medicina Manuale (4- 5 sedute) ritornavano a praticare la loro attività sportiva e a migliorare la loro qualità della vita. Alcuni, però, dopo alcuni mesi, ripresentavano gli stessi sintomi in relazione a particolare stress. In uno studio effettuato alcuni anni fa, insieme ai miei collaboratori ( i terapisti Felice Arieta, Ferdinando Ritrovato, Manon Vallone, Margherita De Cicco, Sonia Chirico) su 850 pazienti affetti da lombosciatalgie croniche e, seguiti dal 1998 al 2006 presso i nostri centri ( C.M.R. Centri di Medicina Riabilitativa, era emerso con evidenza che conflitti, lutti, predite, cioè situazioni particolarmente stressanti, in molti casi, condizionavano riacutizzazioni della sintomatologia durante il trattamento o provocavano recidive a distanza. In tutti questi anni ho sempre cercato le evidenze scientifiche per quella che era comunque una intuizione incontrovertibile e un dato di fatto inconfutabile. Il tentativo, infatti, di collegare il vissuto di un individuo e le sue patologie, è stato da sempre oggetto di studio. Non starò ora ad elencare tutti i dati che almeno quarant’anni di studi sul tema hanno prodotto, mi limiterò a citare i testi e gli autori che più hanno influenzato su questo tema la mia formazione. Nei testi della Medicina cosiddetta convenzionale c’era poco di tutto questo e ho dovuto cercare nei territori delle Medicine cosiddette “alternative”, medicine metaforiche, nel senso che vedevano il sintomo non solo come un fatto fisico, ma come la traduzione di una emozione, una storia, un “karma”, come un linguaggio che il corpo usava per parlare d’altro, come il teatro dell’inconscio materializzato in una lesione, in una massa, in una disfunzione. Cominciai a leggere testi di Medicina Cinese, Ayurvedica, sulla Psiconeuroendocrinoimmunologia, la scienza che studia i rapporti e le interconnesioni tra la psiche, il sistema nervoso, gli organi e le cellule del sistema immunitario. Tra le tante letture, incuriosito e nello stesso tempo attratto da miei pazienti con sintomi neurologici inspiegabili, paralisi improvvise, dolori recidivanti e disturbi incurabili che guarivano dopo la rimozione di un trauma vissuto e rimosso, mi imbattei in una inchiesta sulle guarigioni straordinarie. Due autori statunitensi Marc Ian Barasch e Caryle Hirshberg avevano raccolto un’ampia casistica in tutto il mondo (Lourdes compresa), a dimostrazione del fatto che i cosiddetti “miracoli” fossero più frequenti di quanto si potesse pensare. Casi di tumore ma anche di AIDS. Il libro non si limitava ad una esposizione di casi clinici, questi erano solo il punto di partenza per mostrare come il corpo possedeva in se’ le capacità di autoguarirsi in presenza di malattie anche gravi. Studiavo e riflettevo sul fatto che ciò che dicevano questi testi fosse per me un risuonare prorompente di una verità così lampante da essere indiscutibile, eppure non ascoltata nei circuiti medici convenzionali. Così come successo trenta anni prima per la Medicina Manuale, branca medica quasi osteggiata e tenuta nascosta dalla Medicina convenzionale, anche nel caso di tutti gli studi sulla connessione mente- corpo non veniva dato il giusto riconoscimento scientifico, nonostante già nel 1970, sul numero 167 della prestigiosa rivista “Science” venivano pubblicate le ricerche effettuate dal Dottor Herbert Benson sulla “Efficacia della meditazione trascendentale nel miglioramento e nella guarigione di malattie cardiache”. Ma di tutto questo, così come della Medicina Manuale in ambito universitario, nessuno ne parlava. Per merito della Medicina Manuale, riuscivo a curare ma, per arrivare alla guarigione, solo la Medicina Manuale non bastava; riducevo i sintomi, alleviavo il dolore, miglioravo l’articolarità e la funzionalità dell’arto o dell’organo colpito, miglioravo la qualità della vita di moltissimi pazienti ma quale fosse il “relais”( il punto di collegamento) che davvero facesse scattare la trasformazione, il cambiamento radicale da stato di malattia a guarigione, non mi era ancora chiaro. Allora cominciai ad osservare quali fossero i punti in comune a tutte le vicende di guarigione che mi capitava di analizzare. In tutti i casi di guarigione vera e duratura, avevo ridato la speranza e fiducia e migliorato la qualità di vita dei miei pazienti grazie alle tecniche manuali ma dove avevo avuto una guarigione completa, era sempre intervenuta la psiche e lo strumento era stato il cambiamento. Nel dettaglio, in tutti i casi il cambiamento riguardava il rispetto di sé, una vita affettiva e spirituale gratificante, l’apertura e la comprensione verso se stessi e gli altri, la disponibilità a cambiare le abitudini e gli atteggiamenti mentali negativi. Non a caso, queste sono le stesse caratteristiche che Dan Buettner ha individuato nei soggetti delle Blue Zones, dove lui inizialmente si recava come fotografo per il “National Geographic” e trovava comunità dove gli anziani vivono da sempre con energia e vigore fino ad età da record. Incuriosito da questi casi, Buettner da fotografo di fama si era trasformato in ricercatore dei segreti della longevità, scoprendo che il comune denominatore che si ritrovava in tutti i centenari e pluricentenari di aree geografiche anche lontanissime tra loro, era proprio l’amore per sè e per la vita ed un’esistenza condotta nell’armonia, nell’affetto, nella comprensione e nella capacità di lasciar andare. Tornando ai casi di guarigione completa, il minimo comune denominatore era soprattutto la presa di coscienza della necessità di un mutamento, di una trasformazione di quegli aspetti della propria vita che spesso la persona già conosceva, in contrasto con il proprio sè più profondo e con il proprio benessere, ma che per ragioni diverse non riusciva a modificare in quel momento. Talora si trattava di situazioni lavorative avverse o contrarie alle inclinazioni personali, di dinamiche sentimentali nelle quali la persona accettava compromessi; a volte si trattava di conflitti interiori, di conflitti di svalutazione, di rimpianti, conti in sospeso, questioni passate mai risolte. Allora ho cominciato a capire che la malattia fisica è l’esito di un processo che avviene al di fuori della consapevolezza, frutto di emozioni represse, schemi inveterati, blocchi interiori che al termine di un iter più o meno lungo, risultano nocivi per il corpo, che in fondo, con la comparsa del sintomo, ci dà infine l’estrema opportunità di comprendere e guarire. La `malattia` dunque ci costringe a rivedere i nostri schemi e le nostre leggi interiori, a comprendere quanto siano dannosi per noi e quanto essi si traducano parimenti in ormoni, neuropeptidi, sostanze biologiche che provocano il danno cellulare e tissutale. In questo senso, la “mal- attia” è “ben- attia”, cioè una occasione di guarigione. La colonna vertebrale é l’organo sicuramente più impegnato del nostro corpo. Alla colonna sono legati 550 muscoli, 400 legamenti e tendini, nonché 144 articolazioni. Il tessuto osseo non è statico e pietrificato come il suo aspetto lascerebbe supporre, bensì è una stato di continuo rimaneggiamento e rinnovamento. Questo equilibrio è quindi indispensabile per conservare le caratteristiche e viene detto accoppiamento osteoclastico- osteoblastico. Il riassorbimento è essenzialmente opera dell’osteoclasto e avviene in vagotonia, nella fase di riparazione, mentre il processo osteoblastico, la cui funzione è quella di provvedere alla sintesi della matrice ossea, avviene in fase vagotonica. In simpaticotonia sono quindi gli osteociti, le cellule ossee propriamente dette, circondate dalla matrice ossea sintetizzata dall’osteoblasto, ad andare in atrofia, per riduzione volumetrica o per rarefazione strutturale dovuto al conflitto di svalutazione. Ne consegue una diminuita formazione di tessuto osseo per ridotta attività osteoblastica, o un accentuato riassorbimento del tessuto osseo in conseguenza di una aumentata attività osteoclastica. In questi venti anni e più di attività specialistica, ho curato migliaia di ernie del disco. In conflittolisi, dopo una svalutazione, la vertebra si incurva e spinge il disco. A livello lombare, l’80% delle ernie discali comprime le radici a livello di L5 o S1, con spesso associata debolezza dei muscoli tibiale anteriore con perdita di sensibilità della faccia dorsale del piede. A livello cervicale le più comuni sono in C6- C7, con dolore sul dorso del trapezio e sulla sommità della spalla e spesso si irradia alle prime due dita. Chi confida troppo nelle proprie forze, chi ha affrontato un compito troppo difficile e chi non è stato all’altezza della pressione che ne è derivata, si procura facilmente un’ernia. In questi casi l’indicazione terapeutica migliore è la medicina manuale, sfruttando quelle tecniche mirate a ridurre la pressione meccanica alla base della patologia erniaria. Già dopo poche sedute (2- 3) il paziente starà subito meglio, con riduzione del dolore, recupero dei movimenti e della funzionalità della colonna vertebrale e accelerazione della fase di guarigione, in quanto l’ernia, come tutte le malattie dei tessuti mesodermici (ossa, legamenti, tendini, muscoli e articolazioni) si manifesta in fase di risoluzione del conflitto. Una volta superata la fase acuta si spiegherà a paziente il conflitto che ha generato tale “malattia” e si farà in modo di evitare la recidiva conflittuale. (I nostri risultati medico-riabilitativi sulle ernie sono sul sito web: www.fisiocmr.it) Dopo oltre 30 anni dall’inizio di queste scoperte, purtroppo siamo ancora a “presumere” che siano vere. Ancora la medicina manuale si conosce poco e non viene spesso consigliata come terapia, nonostante la sua efficacia sia altissima e l’assenza di effetti collaterali, e la nuova medicina viene addirittura osteggiata. Michael Furter, medico svizzero, esperto in medicina manuale, uno dei più grandi medici del secolo, sostiene che l’efficacia della medicina manuale sia del 100%, se praticata in maniera precisa e competente e sfida di portargli un paziente in cui la medicina manuale, se ben applicata, possa portare giovamenti. Pertanto il mio invito ai colleghi medici che leggeranno il libro è di verificare, partendo dalle patologie più semplici sino alle più complesse, valutando sia l’efficacia della medicina manuale (questo magari se non si è esperti in medicina manuale, inviando il paziente al medico manuale più vicino o, ovviamente, mandandoli nei nostri centri), sia verificando per ogni paziente la corrispondenza del conflitto preciso e inconfutabile alla base della patologia di cui è affetto il paziente. Quest’ultima verifica è facilmente valutabile chiedendo al paziente “cosa è successo qualche settimana prima” dell’inizio della patologia e, nel caso delle patologie ortopediche o che interessano il tessuto mesodermico, chiedendo “cosa ha risolto 2-3 settimane prima”, tenendo presente anche la lateralità (destrimano o mancina) del paziente. Pertanto allego altri conflitti che in questi anni ho trovato associati in maniera evidente e sempre verificabile nelle altre patologie ortopediche e neurologiche che in questi anni ho riscontrato nei tantissimi pazienti avuti sotto cura. Le ossa sono ciò che abbiamo di più profondo in noi e intorno a cui tutto si costruisce e tutto si appoggia. Sono anche la parte più dura e solita che protegge il midollo. Quando ci si sente svalutati fin nelle ossa “mi ha colpito sino al midollo” abbiamo la demineralizzazione, o meglio la densità ossea si riduce in proporzione alla massa conflittuale, in funzione del tipo specifico di svalutazione. In simpaticotonia non si avvertono dolori e, raramente, nonostante l’osteolisi, vi possono essere fratture, poiché il periostio serve da bendaggio dell’osso. Dopo la soluzione del conflitto, le ossa si ricalcificano con dolori più o meno forti. L’osso si ricalcifica grazie ad un edema che gonfia il volume dell’osso che si ripara, questo edema permette il trasporto dei materiali di ricostruzione e drena le scorie. Alla fine della ricalcificazione il liquido viene evacuato e i sali minerali, calcio, etc, si depositano nello spazio lasciato libero dall’edema. E’ la formazione del callo osseo e l’osso è più forte di prima. Il dolore osseo, che è difficile da sopportare e, a sua volta, può creare un ulteriore conflitto, è necessario per obbligarci a stare immobili. Sono conflitti di svalutazione per se e per gli altri, in genere legati all’attività e al movimento, come lo sport o la propria abilità, legati alla paura del fallimento personale o anche dei figli, con la paura che gli accada qualcosa. E` una delle più antiche malattie articolari conosciute. E’ presente in segmenti ossei riferibili al periodo preistorico Neanderthaliano. Si ritrova in tutti i vertebrati, il che fa pensare che nel corso dell’evoluzione sia stato un meccanismo paleozoico di riparazione, piuttosto che una malattia. Infatti è presente negli animali filogeneticamente più antichi, pesci, anfibi, rettili, dinosauri, mammut, uccelli, orsi, balene, delfini, tutti gli animali che vivono nell’acqua. Vi sono unicamente due specie al mondo che non soffrono di artrosi e sono due mammiferi che vivono con il corpo sospeso e capovolto: i pipistrelli e i bradipi. In tutti i conflitti delle ossa, a risoluzione in vagotonia, si presenta un callo, e nessuna persona al mondo può ritenersene esente, soprattutto dopo i 40 anni, dall’avere piccoli o grandi noduli di ricalcificazione da qualche parte. E’ il peso stesso della vita in rapporto con l’ambiente, ogni situazione che riguarda il “sapersi muovere”, la resistenza agli sforzi e le mosse giuste”, la cartilagine ialina non presenta vascolarizzazione, né innervazione, né vasi linfatici e soltanto il 5% del suo volume è occupato da cellule. Eppure noi “medici ostinati” continuiamo a fare infiltrazioni di varie sostanze (acido ialuronico, pappe piastriniche e altre) pur sapendo che la cartilagine non è vascolarizzata e che quindi tali sostanze non arriveranno mai nella cartilagine, essendo priva di vasi sanguigni e linfatici. Tuttavia si è dimostrato che le lesioni della cartilagine possono cicatrizzare praticando il riposo associato alla medicina manuale (con tutti i suoi effetti meccanici e biologici come descritto nei capitoli precedenti) e un lavoro riabilitativo muscolare specifico che permetta una migliore biomeccanica dell’articolazione (vedi risultati ottenuti nei nostri centri di medicina riabilitativa, C.M.R., andando sul sito web: www.fisiocmr.it). Andando un po’ più nello specifico, in questi anni ho sempre trovato un’associazione fra la coxartrosi (dolore articolare dell’anca) e un conflitto soprattutto femminile di chi è obbligato a cedere sempre e non ha mai iniziative. Esempio: una signora che è venuta al mio studio dopo aver già subito due interventi di protesi d’anca per coxartrosi ma continuava ad avere dolore. La signora aveva un marito che la comandava a bacchetta da sempre; per tre volte racconta di averlo lasciato ma di essere sempre ritornata perché la sua fede religiosa le impediva di lasciarlo. In questo caso alcune sedute di terapia manuale, mirate a liberare e “sfiammare” il nervo crurale e l’arteria femorale, responsabili del suo dolore, associata a una presa di coscienza del suo conflitto con il marito, hanno risolto la situazione. Per quanto riguarda il ginocchio, invece, il conflitto trovato sempre alla base della sintomatologia dolorosa e “artrosica” è quello di “non riesco a reggere una situazione in cui sono sempre di corsa”. “Non riesco più a stare dietro a tutto quello che mi sono impegnato a fare” e soprattutto “non voglio sottomettermi all’esigenza di aver bisogno di aiuto”. Il classico esempio è quello delle signore, e negli anni ne ho incontrate e curate davvero tante, che devono accudire il padre malato e, nello stesso tempo, devono stare dietro al marito, e inoltre fanno l’insegnante in una scuola superiore. Sono sempre coloro che “hanno corso per tutta la vita”! Confessano di non far farcela più ma di non riuscire a fermarsi e magari, dopo la risoluzione del conflitto (spesso in questi casi dopo la morte del padre malato), iniziano dei forti dolori al ginocchio con gonfiore. In genere anche questi pazienti, con poche sedute di medicina manuale, uno specifico lavoro riabilitativo muscolare in modo da recuperare la forza e la biomeccanica articolare del ginocchio, e la comprensione da parte del paziente del senso biologico del conflitto, otteniamo, presso i nostri centri di medicina riabilitativa (CMR) dei risultati eccezionali (98% di efficacia!). Le patologie della spalla assumono svariati nomi, dalla periartrite scapolo-omerale, o Malattia di Duplay, alla sindrome da conflitto scapolo-omerale, o ancora alla lesione della cuffia dei rotatori o alla spalla dolorosa calcifica o capsulite adesiva fino alla spalla congelata. In realtà in tutte queste patologie cambia solo il nome ma i sintomi sono sempre gli stessi: dolore alla spalla, limitazione dei movimenti e atrofia della muscolatura per precipitazione di Sali di calcio in prossimità dell’inserzione muscolare. In simpaticotonia (conflitto attivo) abbiamo infiammazione decalcificazione dei tendini dei muscoli sottospinato e, più spesso, sovraspinato presso l’inserzione omerale. In risoluzione abbiamo l’ossificazione, a volte discontinua, per rendere più forte quella parte. Ricordo che tendini, muscoli e ossa sono di derivazione embrionale mesodermica, quindi in gioco quando parliamo di spalle dolorose non c’è solo l’omero. In particolare i tendini, con le rispettive guaine, le aponeurosi, le fasce tendinee, i legamenti e le formazioni di connettivo fibroso annesse agli organi di movimento, come pure le borse, costituiscono formazioni fra loro affini nello sviluppo, nella funzione e nella patologia. Cambia solo la tonalità del conflitto, ovvero, se il problema è avvertito sopra la spalla è “perché non mi sento libero di muovermi, vorrei fare qualcosa ma non posso”, se il problema è nella parte posteriore della spalla “vorrei liberarmi del problema ma non riesco”, se è nella parte anteriore della spalla “vorrei portarlo verso di me, ma non sono capace”. La parte interna del braccio e della spalla è per tenere (avvicinare), la parte esterna è per respingere (allontanare). Ovviamente anche per la spalla esiste la lateralità: spalla sinistra, per un destrimano, è un conflitto di svalutazione che si ha di sé, in quanto genitore, per cui “non ci si sente liberi di agire” nei confronti dei figli. “Sono una cattiva madre, o padre”, inteso anche nel senso di coloro che si considera come figli, anche un cane, un gatto o un pappagallo. La spalla destra, per un destrimano, è un conflitto di svalutazione di sé nei confronti del partner o con la propria posizione sociale, oppure in rapporto con i propri fratelli o sorelle. “Non sono un buon marito”, “non sono una buona moglie”, “non sono un professionista o un lavoratore apprezzato”, “non sono un buon studente”. Nel mancino e ovviamente tutto al contrario. Anche per quanto riguarda le patologie di spalla, in questi anni ho avuto il 100% di risultati, associando la medicina manuale, la ginnastica muscolare specifica e la presa di coscienza del conflitto alla base della sintomatologia corporea. Le tecniche di medicina manuale applicate alle “patologie” di spalla, sono davvero eccezionali, a volte sbalorditivi, con risultati immediati. La terapia manuale, in questi casi, è mirata al recupero dell’articolarità della spalla, allo stretching capsulare e al riposizionamento in asse dell’articolazione stessa, per cui preferisco usare tecniche tipo quelle di MC Connell, di Mulligan, o il massaggio frizione trasverso di Cyriax. Tramite queste tecniche, a seconda dei casi, privilegerò più una che l’altra; riesco in pochissime sedute a ridurre biologicamente e non farmacologicamente il dolore, accelerando il processo di guarigione che comunque già l’organismo aveva messo in azione per favorire la calcificazione dell’omero e dei tendini che in fase attiva del conflitto avevano subito una decalcificazione. La medicina manuale, ribadisco, non blocca il dolore come fa un farmaco bloccando quindi il processo di riparazione che l’organismo ha messo in moto una volta che il paziente ha superato il conflitto di svalutazione di sé. La medicina manuale, invece, modula il dolore rendendolo più tollerabile e meno forte ma senza bloccare il processo di guarigione (in questo caso di calcificazione susseguente a un processo di decalcificazione), anzi addirittura accelerando tale processo e permettendo alla natura di “guarire” prima. La fuoriuscita di ecchimosi subito dopo le prime sedute di medicina manuale, sono una conferma di tale accelerazione, in quanto è come se si accelerasse quel magico processo di guarigione che la natura ha creato in milioni di anni, chiamato infiammazione, al termine del quale si formerà un tessuto sano e ancora più forte. Questo è, infatti, il senso biologico di tale processo naturale, creare un tessuto osseo, tendineo e muscolare più forte di quello colpito dal conflitto, in modo da “essere più forte” nel caso quel tessuto vada ancora in conflitto. La natura è una macchina perfetta, noi dobbiamo soltanto seguirla e aiutarla nel suo percorso senza andare ad alterarla, così come spesso facciamo intervenendo chirurgicamente e togliendo quei capolavori della natura che sono le nostre articolazioni, solo perché non riusciamo a capire il perché di quel dolore. E’ come se la nostra autovettura ci segnalasse, tramite una spia, che l’olio sta finendo e noi, invece di controllare e aggiungere dell’olio, rompessimo la spia in modo da non essere più disturbati. Non si interviene chirurgicamente per un dolore perché togliere un’articolazione o qualunque parte del nostro corpo, forse a volte riduce il sintomo, ma non risolve il conflitto alla base del sintomo e spesso ne produce altri. Comunque, tornando alla “nostra” spalla c’è da dire che anche un lavoro muscolare specifico del cingolo scapolo-omerale, mirato al miglioramento degli scompensi muscolari, sempre presenti nelle patologie di spalla (e non solo) e all’allungamento dei muscoli che, sottoposti ad un aumento di pressione, appaiono sempre accorciati e fibrotici (trapezio, dorsali, etc), favorisce una guarigione completa. Ribadisco che tutte le patologie ortopediche (osso, muscoli, tendini, connettivo, vasi, ) manifestano i loro sintomi in fase di risoluzione del conflitto, per cui si potrebbe anche non andare a scoprire il conflitto alla base ma una presa di coscienza del conflitto serve sia a eliminare la “paura della malattia” sia ad evitare la recidiva.

09-11-2016 - Analisi dinamica del passo con sistema wireless Bodytronic 130 di Bowerfeind

Misure per realizzare i plantari Sensotrainer a Nazzareno Italiano , giocatore di Basket nella Fortitudo Bologna, con sistema Bodytronic 130 di Bauerfeind , presso il CMR di Bologna (via di Corticella 89\2) Analisi dinamica del passo con sistema wireless Bodytronic 130 di Bauerfeind

 

VIDEO TECNICO ORTOPEDICO

08-11-2016 - La connessione Corpo Mente nelle patologie osteoarticolari

Le scoperte di questi ultimi anni comportano una svolta radicale nel sistema diagnostico : LA SCOPERTA DI UNA CAUSA BIOLOGICA NELLE COSIDDETTE " MALATTIE". La medicina finora ha ammesso un generico collegamento tra le malattie e la psiche, riferendosi al " logorio della vita moderna " etichettato con la parola stress . Ora invece finalmente e` stata scoperta l interazione scientifica tra psiche, cervello e organo e per la prima volta nella storia della medicina non si parla più di " stress" ma di " shock inaspettato" che attiva un programma speciale , biologico e sensato chiamato purtroppo ancora " malattia ". OGNI " MALATTIA" QUINDI È L ESITO DI UNA SPECIE DI CASCATA FISIOLOGICA CHE PARTE DAL VISSUTO DEL CONFLITTO ( come il paziente ha vissuto quella situazione ) CHE VA AD ATTIVARE IL CERVELLO E IMPATTA , DI CONSEGUENZA , IL CORPO. Una " malattia" quindi , non è altro che la stessa trasposizione biologica di un conflitto psichico improvviso per il quale non abbiamo soluzioni immediate . In tutti i pazienti da me curati in questi anni ho verificato tale connessione PSICHE ( emozioni) - MENTE - CORPO . Grazie alla TERAPIA MANUALE sono riuscito a curare migliaia di pazienti ( con risultati davvero sbalorditivi ) ,alleviando i sintomi, permettendo il loro ritorno all`attività sportiva e lavorativa con un recupero articolare e funzionale quasi sempre totale , ma solo grazie alla NUOVA DIAGNOSTICA BIOLOGICA , sono riuscito a riportare il paziente alla guarigione completa e al completo benessere, facendolo diventare un paziente consapevole di ciò che gli sta accadendo in modo da arrivare alla sua guarigione vera , che non è solo quella dell eliminazione dei sintomi corporei , ma è la GUARIGIONE EMOTIVA , LA LIBERAZIONE DI QUELLE EMOZIONI REPRESSE , DISTRUTTIVE E ANCORA IRRISOLTE. Spesso " guidare " il paziente nella risoluzione del conflitto , o nell evitare che vada in recidiva , e` un processo semplice e facile da ottenere già con una semplice " chiacchierata" , in alcuni casi , invece , richiede molto più tempo e richiede un paziente " consapevole" , aiutando la " persona " a liberare il suo carico emozionale e a trasformare le sensazioni e i sentimenti in causa , permettendo così al corpo di avviare la reale guarigione . Grazie al connubio tra la MEDICINA MANUALE che cura i sintomi , allieva il dolore , migliora l articolarita` e la funzionalità e la NUOVA DIAGNOSI BIOLOGICA che identifica il conflitto alla base di ogni malattia si puo ` arrivare ad una guarigione completa evitando il ricorso all intervento chirurgico e all uso dei farmaci con tutti i suoi effetti collaterali. Grazie agli effetti meccanici ( " sciolgo " la contrattura antalgica ) e neurofisiologici ( eccitazione simpatica , cambiamenti del flusso sanguigno e della temperatura cutanea , alterazione dei livelli ematici dei mediatori dell infiammazione , ecc..) della MEDICINA MANUALE , riduco il dolore in maniera biologica e non farmacologica , cioè senza alterare il processo di guarigione e di riparazione dei tessuti , con efficacia già dalla prima seduta ( in genere bastano 4/ 5 sedute ). Appena il paziente starà meglio , grazie alla NUOVA DIAGNOSTICA MEDICA potrà prendere coscienza del suo conflitto alla base della sua " malattia" e cominciare il percorso verso una guarigione completa . In questi anni ho anche verificato che ad ogni patologia osteoarticolare ( ernia del disco , artrosi , spalla dolorosa , artrite , scoliosi , cifosi , osteoporosi , sindrome del tunnel carpale , ecc.. ) si associa un determinato e specifico conflitto .

28-10-2016 - TERAPIA MANUALE E SPALLA DOLOROSA

TERAPIA MANUALE E SPALLA DOLOROSA.

Riscontri clinici e scientifici fanno ritenere che la "lesione dei tendini della cuffia" , la "sindrome da conflitto" e la "periartrite calcifica" non sono la causa della "spalla dolorosa" ma solo reperti occasionali. Non serve l`intervento chirurgico che non agisce sulla causa della malattia, ma ne rimuove solo gli effetti. Meglio intervenire sulla causa mediante la MEDICINA MANUALE , capace di restituire l`integrità funzionale, con risultati eccellenti. Dal 1998 ad oggi , circa 800 pazienti affetti da "spalla dolorosa" sono stati curati e guariti presso i nostri C.M.R. (centri medicina riabilitativa) , grazie alla MEDICINA MANUALE associata a tecniche di ginnastica muscolare specifica ,mirate all`allineamento scapolo-omerale.

30-09-2016 - LA MEDICINA MANUALE CURA LA PUBALGIA

Dr. Giuseppe Canonaco Medico Chirurgo , specialista in medicina dello sport, specialista in fisiatria , esperto in Medicina Manuale.

LA MEDICINA MANUALE CURA LA PUBALGIA

EFFICACIA DEL 100%

La pubalgia è una delle patologie più frequenti nell‘ambito sportivo. Non serve l’intervento chirurgico, che non agisce sulla causa della malattia che ne rimuove solo gli effetti. Meglio intervenire sulla causa mediante la Medicina Manuale , capace di restituire l’integrità funzionale con risultati eccellenti . Dal 1998 ad oggi oltre migliaia di pazienti, tra cui numerosi atleti professionisti, affetti da “PUBALGIA” sono stati curati e guariti presso i nostri CMR grazie alla Medicina Manuale, con risultati eccellenti , altissima efficacia e nessuna recidiva . In genere bastano 3\4 sedute di Medicina Manuale . Tantissimi atleti curati in questi anni presso CMR (vedi sito web : www.fisiocmr.it) confermano l’efficacia di tali metodiche manuali.

11-05-2016 - Seminario : la Medicina Manuale una medicina efficace , biologica sensata . Giovedi 12 Maggio 2016 ore 18.30presso il CMR di Bologna , via di Corticella 89\2

Giovedì 12 Maggio, alle 18:30, presso il CMR (centro di medicina riabilitativa) di Bologna, il Dr. Giuseppe Canonaco ( Medico chirurgo specialista in Medicina dello Sport, specialista in Fisiatria ed esperto in Medicina Manuale) parlerà, insieme ai suoi collaboratori, di Medicina Manuale e dei risultati ottenuti negli anni, applicando su migliaia di pazienti le suddette metodiche manuali.
La Medicina Manuale, nata ufficialmente in Europa nel 1969, grazie al medico francese Robert Maigne, non è solo una terapia eseguita con l`intervento delle mani, ma la logica conseguenza di un processo che parte da una corretta anamnesi, un esauriente esame clinico, funzionale e strumentale, con la formazione di un`ipotesi diagnostica e la corretta esecuzione delle varie tecniche manuali che vengono personalizzate a seconda della patologia riscontrata e del paziente da trattare.
Grazie alla Medicina Manuale è possibile curare senza alcun rischio e cn alta efficacia numerose patologie, evitanto l`uso prolungato di farmaci antinfiammatori e riducendo il ricorso all`intervento chirurgico. Risulta efficace nelle ernie del disco e discopatie, scoliosi, cifosi giovanili e dell`adulto, stenosi del canale vertebrale, artrosi del rachide, vertigini e cefalee, spalle dolorose, pubalgie, tendiniti, lesioni meniscali, lesioni muscolari, lesioni periferiche e centrali.

17-09-2015 - Medicina olistica

Nel mondo della medicina molte cose stanno cambiando e nuove scoperte della ricerca scientifica stanno rendendo possibile nuovi strumenti per spiegare la realtà.

Nuove mappe segnaletiche, nelle quali i medici stanno sperimentando che non esiste una sola medicina ma l intgrazione di più approcci terapeutici risulta vincente.

"Le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri. I tuoi pensieri diventano le tue parole, le tue parole diventano le tue azioni, le tue azioni diventano le tue abitudini, le tue abitudini diventano i tuoi valori, i tuoi valori

diventano i tuoi destini".

Nei miei centri pratico un metodo personale che ho messo a punto in questi anni, metodo di guarigione globale che permette di mantenere quell equilibrio dinamico che chiamiamo silente, svelando quei blocchi

subconsci e inconsci che, se non riconosciuti e rimossi, non permettono neppure al miglior medico o terapista di curare e tanto meno guarire nessuno

11-05-2015 - mercoledi 10 giugno 2015- Open Day - "L`erni del disco: nuove strategie terapeutiche"

17-04-2015 - Altro caso di stenosi lombare curato con successo

Caso di stenosi lombare curato con successo!

Ecco le parole del nostro paziente:
"Sono arrivato quasi al punto di  non poter camminare...già dopo il primo trattamento ho iniziato a camminare meglio ed oggi, dopo 5 trattamenti, mi sento bene e ho ripreso le attività lavorative.
Mani d`oro e personale gentilissimo!"

Antonio Recchia 

13-03-2015 - 13 anni di buona salute al CMR di Castrolibero

08-03-2015 - abbiamo fatto 13!

16-12-2014 - "La salute é il silenzio del corpo". Presentazione del libro del dott.Giuseppe Canonaco, giorno 19 dicembre, ore 18.30 presso la sala eventi libreria Ubik, via Galliano,4 cosenza

Il libro é il racconto estremamente umano di una esperienza medica positiva nel campo della riabilitazione fissatrice che si snoda in venti anni e che vede protagonista la Medicina Manuale.

É un libro divulgativo,facile da leggere per tutti, tecnico solo nelle informazioni fondamentali, ma dedicato ai pazienti, di cui spesso si parla , anche con risvolti simpatici e brillanti. é un libro di ringraziamento da parte dell autore Ai suoi collaboratori che lo hanno seguito in tanti anni, con stima, volontà tenace di curare le patologie osteoarticolari e non solo, seguendo un metodo di cura efficace, con quell approccio rivolto al paziente come una persona unica nel suo equilibrio corpo,anima, mente. Un`opera, prima sulla medicina manuale, ramo medico che ancora molti stentano a conoscere e ad approfondire, ma che sembra offrire il filo di Arianna per orientarci nel laviri to di tutte le patologie. La diagnostica manuale e le tecniche applicate permettono di comprendere e differenziare le patologie ortopediche e traumatiche, di curare con un` efficacia del 97%numerose patologie, anche quelle considerate incurabili, da qui una significativa disamina dell autore sulle tecniche esistenti, su quelle da lui maggiormente adoperate o amate e sulla giusta metodologia diagnostica e terapeutica. Inoltre una intransigente riflessione sulla figura del medico, sul suo vero ruolo e valore umano e professionale nella società , che si trasforma in una sorta di appello di pazienti a scegliere e pretendere sempre il meglio per la propria salute , senza essere inconsapevoli degli abusi chirurgici e farmacologici della nostra epoca.

consta di 116 pGine, con foto a colori. Ed Orizzonti Meridionali. Il volume ha un costo di 10 euro, il ricavato sarà devoluto interamente in beneficienza alle Associazioni di volontariato La terra di Pietro, La spiga(cosenza)

26-11-2014 - rieducazione al cammino e training deambulazione grazie ad un tapis roulant di ultima generazione al CMR di Bologna

Al CMR di Bologna da oggi è possibile effettuare la rieducazione al cammino e il training della deambulazione grazie ad un tapis roulant di ultima generazione, computerizzato e con protocolli mirati e personalizzati! tale apparecchiatura è utile nella riabilitazione post-chirurgica dopo interventi di ricostruzione LCA, meniscectomie, interventi di protesi d`anca e di ginocchio, nelle stenosi della colonna vertebrale , nelle malattie neuromotorie (ictus cerebrali, morbo di Parkinson, sclerosi Multipla,ecc)

22-11-2014 - Iniziati i lavori di ristrutturazione e abbellimento del CMR di castrolibero

Sono iniziati i lavori di ristrutturazione e abbellimento del CMR di Castrolibero. Dal 1 dicembre New stile del CMR!

 

22-11-2014 - Al CMR di Bologna, da oggi disponibile terapia con Onde D`urto

La terapia con onde d`urto rappresenta una metodica innovativa, non invasiva ed estremamente efficace per il trattamento di molte patologie a carico delle ossa e dei tessuti molli (tendini, legamenti).
Le onde d`urto sono onde acustiche, ovvero impulsi sonori, caratterizzati da una particolare forma d`onda ( rapido picco di pressione positiva, seguito da un`altrettanto rapida ma minore, pressione negativa) in grado di produrre una stimolazione meccanica diretta. Utilizzate dapprima in urologia per i calcoli renali, l`impiego delle onde d`urto, si è ampiamente diffuso anche in ambito ortopedico- fisiatrico anche se il meccanismo d`azione su tendini, legamenti  è diverso rispetto a quello esercitato sui calcoli renali. I tessuti, attraversati dall`onda d`urto, subiscono una sorta di benefico micro- idromassaggio, in grado di promuovere una serie di reazioni biochimiche e cellulari responsabili degli effetti biologici (antiinfiammatorio, antidolorifico, antiedemigeno e d`incremento della vascolarizzazione locale) che sarebbero legati all`attivazione di specifiche catene enzimatiche e alla produzione di specifici mediatori e fattori di crescita, responsabili degli effetti terapeutici.

Le patologie riguardano:

Tessuti ossei:

ritardi di consolidamento e pseudoartrosi
fratture da stress
necrosi asettica testa omero/femore

Patologie dei tessuti molli:

condrocalcinosi gomito anca ginocchio
calcificazione e ossificazione
fibromatosi di muscoli, legamenti, fasce

Tendinopatie dei tessuti molli:

tendinopatia calcifica di spalla
epicoldilite
tendiniti
fascite plantare da sperone calcaneare 

31-10-2014 - "curarsi con la Medicina Manuale" con il Dott. Giuseppe Canonaco, in edicola il 31/10 sul "venerdi di Repubblica"

"Curarsi con la Medicina Manuale" con il Dott. Giuseppe Canonaco. In edicola sul "Venerdi di Repubblica

24-09-2014 - giovedi 25 settembre il CMR di Bologna festeggia 3 anni di attività! vi aspettiamo per brindare insieme

Giovedi 25 settembre il CMR di Bologna festeggia 3 anni di attività.
Grande soddisfazione da parte dell`intero staff, per quello che è diventato ormai punto di riferimento in Italia di Medicina Manuale.
Molti ancora non conoscono tale tecnica, ma, fortunatamente, sono sempre meno le persone che scelgono l`operazione e si affidano alle nostre cure per risolvere gravi patologie come:
- ernie del disco
- stenosi
- spalle dolorose
- lesioni della cuffia
- gonartrosi
- coxartrosi
- tunnel carpale
- pubalgie
-  meniscopatie
e tante altre..
Grandi risultati per la cura di ernie del disco e patologie della spalla.

Vi aspettiamo domani pomeriggio per brindare insieme!

24-09-2014 - anche quest`anno curate 150 ernie del disco e 80 lesioni della cuffia dei rotatori, evitando l`intervento chirurgico con tutte le sue complicanze

09-09-2014 - Prenota la tua visita presso uno dei nostri centri C.M.R.

09-09-2014 - Prenota il tuo test di valutazione per la colonna vertebrale: Spinal Mouse e Back Check Test, presso il C.M.R. di Settimo di Montalto e Bologna

29-08-2014 - Ottimi risultati raggiunti in pz (Claudio Marco - anni 42) con Cervicobrachialgia bilaterale, più accentuata a dx, con discinesia scapolo omerale e ipercifosi dorsale

24-07-2014 - Nadia Alboresi - 50 anni - Capsulite adesiva da conflitto scapolo omerale dx con discinesia scapolo-omerale dx

Affidata alle cure del Dott. Canonaco e con ottimi risultati pz affetta da capsulite adesiva da conflitto scapolo omerale dx con discinesia scapolo omerale

19-06-2014 - Sindrome da conflitto scapolo-omerale dx con tendinopatia del sovraspinoso e discinesia scapolo omerale curato con successo al CMR. Paziente SAndri Licia - anni 65

01-03-2014 - Sig. Crivelli di Como; cervicobrachialgia con contrattura dei trapezi

Sig. Crivelli di Como, si presenta presso il CMR di Bologna con una cervicobrachialgia con marcata contrattura dei trapezi, cosi come il Sig Spignani. Dopo 10 sedute di fisioterapia entrambi ritornano a praticare lo sport amato: l Arrampicata!

01-03-2014 - Silvia Colombari , 26 anni. cervicobrachialgia

Silvia Colombari, 26 anni, tennista amatoriale, dopo 12 sedute ritorna a giocare.

22-02-2014 - Il CMR e il Dott. Canonaco festeggiano il Centenario Rosso-Blu, per rivivere gli anni d`oro del Cosenza Calcio

14-02-2014 - Sig. Gorini di Ferrara; Sig. Tommesani e Guidoreni di Bologna. Diagnosi di stenosi lombare

I Sig. Gorini di Ferrara, Sig. Tommesani e Guidoreni, entrambi di Bologna, si presentano presso il CMR con le stampelle, credendo di dover effettuare da li a poco, intervento di protesi d`anca.
In realta la diagnosi è ben diversa e si tratta di Stenosi Lombare, curata con la Medicina Manuale e sedute di fisioterapia.
il Sig. Gorini ritorna a sciare ad 87 anni; il Sig Tommesani riprende ad aiutare il figlio presso lo studio di avvocato e il Sig Gorni ritorna a balla re dopo 14 mesi, affermando la sua "Rinascita!!!"

11-02-2014 - Sig Lupinacci di Milano, emicrania

Il Sig Lupinacci di Milano, 30 anni, si presenta con una forte emicrania e sofferente da anni. Dopo 6 sedute ritorna al suo lavoro

05-02-2014 - Sig. Cappellari, pubalgia

Sig. Cappellaro, arriva da Verona presso il CMR di Bologna con una diagnosi di pubalgia e ritorna alla sua normale vita, dopo 5 sedute di medicina manuale

22-01-2014 - Teresa Serra, Bologna. Tendinopatia indice mano dx

Teresa Serra, si presenta presso il CMR di Bolognacon una tendinopatia indice mano dx. Ritorna a giocare a pallavolo.

15-01-2014 - Sig. Fiorentini, 30 anni. cervicobrachialgia e lombosciatalgia.

Sig. Fiorentini di Bologna, 31 anni. Giocatore di pallavolo amatoriale, si presenta presso il CMR  con cervicobrachialgia e lombosciatalgia. Dopo 10 sedute ritorna a giocare a pallavolo e a fine terapia si emoziona dicendo: HO CONOSCIUTO FINALMENTE LA FISIOTERAPIA!

23-11-2013 - Inaugurazione CMR RUNNING CENTER








Inaugurazione CMR RUNNING CENTER

24-09-2013 - Il secondo compleanno del CMR di Bologna

Un altro importante traguardo: Il secondo compleanno del CMR di Bolgna.
Un anno ricco di soddisfazioni: curate tantissime ernie del disco cervicali e lombari, stenosi lombari, spalle calcifiche, spalle dolenti, lesioni meniscali tunnel carpali, emicranie, tendinopatie, ipertrofie prostatiche, incontinenze vescicali, patologie sportive e neurologiche con ottimi risultati, migliorando la qualità della vita dei nostri pazienti.
La Medicina Manuale sta diventando sempre piu conosciuta a livello nazionale e sono sempre piu numerosi i pazienti che si rivolgono a noi provenienti da diverse parti d`Italia (Firenze, Roma, Torino,Milano, Genova, San Benedetto del Tronto...) un ringraziamento va a loro che per curarsi hanno percorso tanti km.
A testimonianza del nostro operato vorrei pubblicare una delle tante lettere che ci ha inorgoglito e ci da la forza per fare sempre di più:

" Ero uscita dalla palestra, era sera, respirai profondamente guardandomi attorno...la mia gamba destra era come prima, nessun dolore, tutto era sparito, oh mio Dio! grazie per aver dato al Dott. Giuseppe Canonaco la magia delle sue mani! di poter togliere con la sua professionalità, il dolore a chi si affida a lui e al suo terapista Felice Arieta... In vita mia non avevo mai pianto cosi tanto . Scoprii dalla risonanza di avere un`ernia del disco, la quale mi scatenava un`acuta lombosciatalgia e lombocruralgia. In quel periodo caddi in uno sconforto generale, pensavo di non guarire mai più. Mia figlia e mio genero capirono la gravità della mia situazione e mi convnsero ad affidarmi al Dott. Giuseppe Canonaco. Certo non fu una passeggiata. Il dolore pian piano diminuiva, naturalmente nel percorso ha contribuito anche la Ginnastica muscolare e la fisioterapia.
Certamente ho capito che d`ora in avanti devo rispettare la mia salute e il mio fisico.

13-09-2013 - Due anni insieme al C.M.R. di Bologna

Martedi 24 settembre il C.M.R di Bologna spegne le 2 seconde candeline. Molti i pazienti e gli atleti che festeggeranno con noi, tra questi figurano il chitarrista Maurizio Solieri e Ricky Portera.
Grande è la soddisfazione da parte dell`intero staff di Bologna: Dr. Giuseppe Canonaco (Medico chirurgo, specialista in fisiatria, specialista in medicina dello sport); Felice Arieta (fisioterapista); Michael Taddese ( Consulente Global Solution) per quello che è diventato ormai punto di riferimento importante per il Centro e Nord Italia.

13-09-2013 - Valuta l tua postura: Back Check Test e Medi Mouse

Appuntamento giorno 29 ottobre, presso il C.M.R. di Settimo di Montalto Uffugo con Michael Taddese: consulente tecnico Global Solution; primo in Italia ad introdurre dalla Svizzera apparecchi innovativi che rappresentano il futuro per la valutazione della colonna vertebrale. Back Check test e Medi Mouse sono strumenti che, assistiti dal computer, ci consentono di misurare la forma e la mobilità della colonna vertebrale in tutti i suoi piani.

15-06-2013 - Bottiglieri Carmela(Bo) tendinopatia post calcifica con presenza di conflitto sotto-acromiale

La Sig.ra Bottiglieri Carmela, nel giugno 2013, si presenta presso il CMR di Bologna con una diagnosi di "tendinopatia post calcifica e presenza di conflitto sotto- acromiale".
Dopo un mese di cure con la Medicina Manuale associata alla Ginnastica Muscolare Specifica, si ha un miglioramento del quadro clinico, documentato da Ecografia (1 ecografia eseguita giugno 2013; ultima ecografia agosto 2013)

05-06-2013 - Seminari teorici- pratici. Giornata conclusiva venerdi 21 giugno 2013

La medicina manuale, lostato dell`arte"
Inizio introduzione lavori ore 17:00 Dott. Pierluigi Fiorella (Medico sportivo, Responsabile Medico della Nazionale Italiana di Atletica Leggera)

Ore 17:00: "Il piede dello sportivo"
                Relatore: Dr. Maurizio Contorto (Podologo)

Ore 18:00 "La valutazione funzionale del rachide tramite Medi Mouse e Back Check Test
               Relatore: Dott. Michael Taddei (consulente tecnico Global Solution)

Ore 18:30 "La terapia Manuale nelle patologie di origine muscolo-scheletrica"
               Relatore: Dott. Ferdinando Ritrovato (Fisioterapista C.M.R, Specializzato in Terapia Manuale)

Ore 19:00 " La terapia dell`ernia del disco con la Medicina Manuale"
               Dr. Giuseppe Canonaco ( Medico Chirurgo Specialista in Fisiatria, Specialista in Medicina dello Sport)
               Dott. Felice Arieta (Fisioterapista C.M.R.)

Ore 19:30 La parola agli atleti curati al C.M.R.

Maurizio Leone (Ex mezzofondista azzurro, pluricampione italiano assoluto e master)
Venuste Nyangabo ( Campione olimpico 5000 mt)

Il seminario si terrà presso la palestra riabilitativa del C.M.R. di Bologna , via di Corticella 89/2 

30-04-2013 - Due casi di grave gonartrosi curati con successo da Dott. Canonaco

11-04-2013 - Giorno 12 aprile presso Villa Margherita, ad Arezzo, il Dott. Canonaco, invitato dal Dott. Giuliano Cerulli,relazionerà sul tema :"Il trattamento fisiatrico delle lombalgie"

Nell` esposizione parlerà del suo metodo di cura che applica da anni e con il quale ha guarito più di 10000 casi di ernie del disco. In tutta Italia c`è ormai grande interesse per tale metodo.

11-04-2013 - Maurizio Solieri, prima della sua tournèe con Vasco Rossi, riabiliterà la sua schiena al C.M.R. di Bologna

11-04-2013 - Atri due casi di ipertrofia prostatica trattati con successo dal Dott. Canonaco presso il C.M.R.

05-04-2013 - Nei primi 3 mesi del 2013, risolti 20 casi di grave coxartrosi e 15 casi gravi di gonartrosi grazie a 12/12 sedute di Medicina Manuale associate a rinforzo muscolare

02-04-2013 - Altro caso di Neuroma di Morton curato con successo dal Dott. Canonaco

02-04-2013 - Risolti brillamtemente altri 4 casi di lesioni parziali della cuffia dei rotatori senza ricorrere all`intervento chirurgico

14-03-2013 - Curato un altro caso di Neuroma di Morton senza ricorrere all`intervento chirurgico. Sono bastate 5 sedute di Medicina Manuale!

09-03-2013 - Domenica 10 marzo la Medicina Manuale e il C.M.R. sul Corriere della Sera

04-03-2013 - Nicola Cosentini- calciatore professionista curato al C.M.R.

Nicola Cosentini- Calciatore professionista curato nel nostro centro, da mercoledi 6 marzo militerà nella massima serie lituana; giocherà nel Kruoja

20-02-2013 - Venerdi 22-02-13 seminario teorico-pratico: La comunicazione con il paziente:il medico di base e la medicina riabilitativa."

Venerdi 22 febbraio 2013, presso il Centro di Medicina Riabilitativa di Settimo di Montalto, si terrà il seminario teorico pratico dal titolo: "La comunicazione con il paziente: il medico di base e la medicina riabilitativa". Relazioneranno il Dr. Grande, medico di medicina generale e la Dott.ssa Rossella Costabile, specialista in comunicazione e menagement dell`istituzione pubblica.

20-02-2013 - 27-02-2013 Medi Mouse Test presso il C.M.R. di Bologna

Mercoledi 27 febbreio 2013, presso il C.M.R. di Bologna si effettuerà il Medi Mouse Test per la colonna vertebrale. Per maggiori info e prenotazioni rivolgersi al num: 051.63.12.343

15-02-2013 - Il C.M.R. e, in particolare, il Dott. Giuseppe Canonaco partecipano al dolore per la perdita del nostro amico Carmelo

Il C.M.R. e, in particolare il Dott. Giuseppe Canonca, partecipano al dolore per la perdita del nostro grande Amico Carmelo Imbriani.
Ti ricorderemo sempre con affetto...resterai per sempre nei nostri cuori...

26-11-2012 - Grande successo per il 1°seminario teorico pratico organizzato dal CMR

15-11-2012 - Le date dei nostri seminari Teorico-pratici

15-11-2012 - 1° seminario: venerdì 23-11-2012 ore 19:00 "L`instabilità della caviglia: trattamento chirurgico e trattamento riabilitativo"

venerdì 23-11-2012 alle ore 19:00, presso il CMR di Settimo di Montalto, via Olindo Blandi, si terrà il 1° seminario teorico - pratico.
"L`INSTABILITà DI CAVIGLIA: TRATTAMENTO CHIRURGICO E TRATTAMENTO RIABILITATIVO"

Relatori:
- Dr. Luca Maria Vena (Medico chirurgo, Specialista in ortopedia e traumatologia)
- Dott. Francesco Sconza ( Fisioterapista CMR)

12-11-2012 - Giorno 12-11-2012 il Dott. Giuseppe Canonaco e il fisioterapista Dott. Ferdinando Ritrovato ospiti della trasmissione Medicina in diretta, Tele Europa Network

Giorno 12-11-2012 il Dott. Giueseppe Canonaco e il fisioterapista dott. Ferdinando Ritrovato, ospiti della trasmissione in onda su Tele Europa Network.
L`intervento verterà sulla Fisioterapia e Riabilitazione.
Per rivedere la trasmissione clicca qui

23-10-2012 - X congresso internazionale GTM - AIFI Physiological Adaptations to Musculoskeletal Pain - Clinical evaluation and treatment in Physical Therapy Bologna, 17-18 novembre 2012

X Congresso Internazionale GTM - AIFI
Physiological Adaptations to Musculoskeletal Pain - Clinical evaluation in Physical Therapy
Bologna, 17 - 18 novembre 2012
Per maggiori informazioni consultare il mini-sito: https://sites.google.com/site/congressogtm2012/home

04-10-2012 - Altro caso di recupero della funzionalità prostatica

Altro caso di recupero della funzionalità prostatica: Scomparsa completa della sintomatologia, scomparsa del bruciore e miglioramento della minzione, dopo appena 3 sedute

04-10-2012 - Ottimi risultati ottenuti sulle malattie neurologiche di emiparesi da Ictus

Ottimi risultati ottenutinelle malattie neurologiche di emiparesi da Ictus cerebralecon recupero dell`articolarità e ottimo miglioramento funzionale, grazie all`associazione tra la Medicina Manuale e la rieducazione neuromotoria.

04-10-2012 - Altri 3 casi di guarigione Pre ernie Discali lombari intraforaminali

Altri 3 casi di guarigione da Pre ernie discali lomabri intraforaminali con recupero completo del paziente che ha evitato l`intervento già prenotato precedentemente.

04-10-2012 - Vi aspettiamo il 6 ottobre dalle 18:30 in poi al C.M.R. di Bologna per festeggiare insieme il nostro importante traguardo e spegnere le prime candeline!!!!!!

05-09-2012 - Giornata di aggiornamento al C.M.R. "Salute e benessere" 18 settembre 2012 ore 18:45

Giorno 18 settembre 2012, ore 18:45
Serata Nutrizionale
Salute e benessere
- Alimentazione e integrazione come cura e prevenzione
- Integratori di sintesi o naturali??

L`IMPORTANZA DELLA TUA SCELTA!!!!

Relatori:
- Dott.ssa Santa Costanzo
- Silvia Degli Esposti

C.M.R. Centro di Medicina Riabilitativa
Via Olindo Blandi, Settimo di Montalto, Cs 0984-937570

29-08-2012 - 6 ottobre 2012 si spengono le prime candeline al CMR di Bologna!

IL CMR di Bologna vi aspetta il 6 ottobre dalle ore 18:00 in poi per festeggiare insieme il nostro importante traguardo!
Direttore sanitario:  Dott. Giuseppe Canonaco - Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione - Specialista in Medicina dello Sport - Medico chirurgo
Fisioterapista: Felice Arieta - Terapista Sportivo

Via di Corticella, 89/2
40128 Bologna
Tel 051 631.23.43
info@fisiocmr.it  www.fisiocmr.it

29-08-2012 - Nel 2°numero del periodico `Il Medico Sportivo` pubblicato l`articolo "le lesioni del legamento collaterale mediale nei calciatori del Cosenza calcio 1914"

Nel 2°Numero- 2012 del Periodico di Aggiornamento scientifico e professionale "Il Medico Sportivo" pubblicato l`articolo: "Le lesioni del legamento collaterale mediale nei calciatori del Cosenza Calcio 1914 durante le stagioni agonistiche 2007-2008 e 2008-2009: il nostro approccio fisioterapico". Giuseppe Canonaco; Carlo Zanolini; Felice Arieta; Ercole Donato.
Per maggiorni approfondimenti, si rimanda alle "Pubblicazioni Scientifiche" all`interno del nostro sito.

14-06-2012 - La Medicina Manuale efficace anche nella balbuzie!

La Medicina Manuale efficace anche nella balbuzie!
Trattato un paziente di 40 anni (affetto sin da bambino da questo disturbo). Dopo 6 sedute di Medicina Manuale riferisce un notevole miglioramento.

13-06-2012 - Paziente di 17 anni, affetto da grave scoliosi, migliora del 30% grazie alla medicina manuale e la Ginnastica Muscolare Specifica

Paziente di 17 anni affetto da grave scoliosi, dopo 10 sedute di Medicina Manuale e 3 mesi di Ginnastica muscolare specifica, risulta migliorato del 30% (miglioramento evidenziato tramite RX).
La Medicina Manuale risulta essere un`ottima cura anche nella scoliosi grave.

06-06-2012 - Sempre più vicino al C.M.R. lo storico Fisioterapista Ferdinando Ritrovato

Sempre più vicino al C.M.R. lo storico Fisioterapista Ferdinando Ritrovato; già consulente esterno del nostro Centro da oltre 10 anni, ora rientra nello staff del C.M.R. a tempo pieno.
Da anni punto di riferimento in Italia della Terapia Manuale. Attualmente darà il suo prezioso contributo nei nostri centri di Settimo e Castrolibero.

06-06-2012 - Grazie alla Medicina Manuale è possibile curare anche le Demenze e, in particolare, la Sindrome di Alzheimer

La Medicina Manuale riattiva dal punto di vista metabolico e vascolare la regione frontale del cervello bloccando il progressivo deterioramento neuronale causato dalla sindrome di Alzheimer. Inoltre, sin dalle prime sedute, è possibile notare un miglioramento della sintomatologia con recupero della memoria e dell`orientamento temporo-spaziale.

28-05-2012 - Fisio CMR su People Life

Nel prossimo numero di People Life Cosenza, la nostra pagina

25-05-2012 - 14 giugno - Bologna: Check up alla Colonna Vertebrale

Fai un check up alla tua colonna vertebrale! 
Giorno 14 giugno, se ti rechi presso il nostro centro di Bologna, in via di Corticella 89/2, potrai effettuare il Test con il Medi Mouse al costo di Euro 20 anzicchè Euro 50.

25-05-2012 - Al C.M.R. solo numeri 1!!!!!!!!!!!

Stamattina al C.M.R. di Bologna: Maurizio Solieri numero 1 della musica e Anna Incerti numero 1 dell`atletica italiana!!!!!!!

25-05-2012 - Ancora con noi al C.M.R. di Bologna, Anna Incerti

Ancora con noi, al C.M.R. di Bologna, Anna Incerti per preparare le Olimpiadi di Londra

09-05-2012 - La Medicina Manuale efficace anche nell`Ipertrofia Prostatica e nell`Incontinenza urinaria

Numerosi studi in tutto il mondo stanno confermando l`efficacia della Medicina Manuale nella risoluzione di numerose patologie dell`apparato urogenitale.
Risolti al C.M.R. di Bologna alcuni casi di marcata ipertrofia prostatica e incontinenza urinaria.
Questi i commenti e le dichiarazioni di alcuni pazienti al termine della terapia:
- D.F. 80 anni, affetta da incontinenza urinaria: "Dopo due anni non utilizzo più il pannolone. Sono rinata grazie al C.M.R. Finalmente posso tornare ad una vita normale!!!!
- C.M. 65 anni, affetto da ipertrofia prostatica: "Finalmente riesco a dormire senza alzarmi più la notte, prima succedeva non meno di 6 volte. La mattina mi sveglio riposato e la mia qualità di vita è notevolmente migliorata!

20-04-2012 - Stefano La Rosa a 3 secondi dal minimo olimpico (Mezzofondo)

Stefano La Rosa a 3 secondi dal minimo olimpico (Mezzofondo)

19-04-2012 - Si affida alle cure del C.M.R. Maurizio Solieri

Si affida alle cure del C.M.R. Maurizio Solieri: grande musicista, nonchè chitarrista di Vasco Rossi da 30 anni.

26-03-2012 - Fisioterapia e Terapia Manuale nelle "Sindromi dolorose di spalla"

Effects of physiotherapy in patients with shoulder impingement syndrome: a systematic review of the literature.
Kromer TO, tautenhahn UG, de Bie RA, Staal JB, Bastiaenen CH J Rehabil Med 2011; 41: 870-80

 

Gli autori hanno riassunto in una review sistematica i dati di alcuni studi relativi all`efficacia della fisioterapia in pazienti che manifestano sintomi clinici da conflitto subacromiale di spalla (sindrome da impingement, periartrite scapolo-omerale, spalla dolorosa).
Sono stati valutati 16 studi che presentavano diversi criteri d`inclusione e diverse modalità d`intervento; la valutazione finale riguardava, per tutti i diversi studi, la misura del dolore e della funzionalità della spalla anche se la valutazione era effettuata con metodiche differenti.
Particolare considerazione è stata data alla comparazione tra "esercizio fisico guidato da un fisioterapista" vs "intervento chirurgico"i quali si sono dimostrati egualmente efficaci a lungo termine (gli Autori considerano molto significativo questo risultato, attribuendo allo studio una rilevanza elevata).
Questi risultati suggeriscono che i pazienti non dovrebbero essere mai trattati chirurgicamente se non dopo aver provato prima un approccio di tipo conservativo o comunque l`intervento chirurgico dovrebbe essere sempre considerato con cautela.
Una ulteriore comparazione da non sottovalutare in questo studio, riguarda l`utilizzo di tecniche di terapia manuale combinata con esercizi vs l`esercizio fisico guidato da fisioterapisti; ebbene si è visto che la Terapia Manuale combinata con esercizi, ha portato benefici ulteriori nella valutazione del dolore e nella funzionalità della spalla rispetto al solo esercizio guidato da fisioterapisti.
Gli autori concordano nel ritenere molto rilevante anche questo risultato nonostante sostengano sia necessario svolgere ricerche di qualità superiore a quelle esistenti, per chiarire il motivo dell`efficacia della terapia manuale. Ad esempio si potrebbero inserire più soggetti negli studi, migliorare la definizione dei criteri diagnostici, utilizzare misurazioni valide e riproducibili per gli outcomes scelti ed inserire anche un protocollo riabilitativo che contempli l`utilizzo dei nuovi apparecchi di terapia fisica (diatermia, onde d`urto, crioterapia, ipertermia,ecc.) come avviene normalmente nella pratica clinica quotidiana.

Traduzione e commento a cura del dr. Ritrovato Ferdinando

23-03-2012 - Anna Incerti al C.M.R. di Bologna

Ancora una volta Anna Incerti al C.M.R. di Bologna per preparare le sue Olimpiadi di Londra.

17-03-2012 - Si affida alle cure del C.M.R. Ricky Portera: noto chitarrista italiano

Si affida alle cure del C.M.R. Ricky Portera: noto chitarrista italiano, nonchè chitarrista di Lucio Dalla

15-03-2012 - Si affida alle cure del C.M.R. Stefano La Rosa - Campione Italiano di atletica

Si affida alle cure del C.M.R. Stefano La Rosa: campione Italiano di atletica (Mezzofondo)

02-03-2012 - Tre giornate mediche del CMR: secondo seminario

Alle ore 19 presso il Centro CMR di Montalto Uffugo, si terrà il seminario con tema: "La colonna vertebrale: il nuovo approccio diagnostico- terapeutico computerizzato"
Relatori dell`incontro saranno: Sonia De Chirico e Simona Morelli, dottoresse in Scienze Motorie.

06-02-2012 - Ernia del disco cervicale: 100%

Al contrario di quello che si pensa riusciamo, ormai, a non fare più operare  le ernie cervicali. In otto anni e per più di 2.000 casi nessun paziente in cura da noi, in quanto affetto da ernia cervicale (anche quelle grosse che causano compressione sulle radici nervose) si è dovuto sottoporre ad intervento chirurgico di discectomia. Tutti i pazienti trattati presso il C.M.R. hanno avuto una completa risoluzione dei sintomi provocati dall’ernia (cervicalgia, cervicobrachialgia, vertigini, cefalee, parestesie, dolori notturni) e nei casi in cui vi era una perdita di forza da sofferenza del nervo (documentata con elettromiografia) vi è sempre stata una ripresa completa della forza muscolare e della funzionalità degli arti. Inoltre tutti i 2.000 pazienti (circa) curati da noi per ernia del disco hanno ripreso la loro attività professionale e sportiva come e meglio di prima d’ammalarsi (caso emblematico quello del campione italiano di windsurf acrobatico che per un ernia cervicale gli era stato detto che non avrebbe potuto più praticare tale disciplina. Dopo 6 sedute effettuate nel nostro centro e dopo un lavoro di bonificazione muscolare e ginnastica posturale è tornato a gareggiare e a vincere).

02-02-2012 - Il CMR di Castrolibero compie 10 anni

Il 16 Marzo il CMR di Castrolibero ha compiuto 10 anni.

02-02-2012 - Ritrova il tuo equilibrio

Programmi "Salute e Benessere"
Lo stress, l`ansia, la depressione possono influire nella vita quotidiana.
Per vivere bene è necessario sancire un equilibrio tra mente e corpo.

PROGRAMMA ANTISTRESS
6 giorni:
1 colloquio per valutazione stress
6 ginnastica di rilassamento
6 massaggio antistress
6 training autogeno

PROGRAMMA BENESSERE
6 giorni:
2 colloqui
1 colloquio nutrizionista
6 ginnastica corpo libero
3 massaggi relax
3 linfodrenaggio

PROGRAMMA MENS SANA IN CORPORE SANO
8 giorni:
3 colloqui
1 incontro nutrizionista
8 ginnastica circuito back check
4 massaggi decontratturanti
4 linfodrenaggi
5 sedute di training autogeno

PROGRAMMA ENERGIA PIU`
4 giorni:
1 incontro nutrizionista
4 ginnastica circuito back check
4 massaggi decontratturanti
4 training autogeno

PROGRAMMA ARMONIA PSICOFISICA
8 giorni:
3 colloqui
1 incontro nutrizionista
8 ginnastica corpo libero
4 massaggi relax
4 linfodrenaggi
4 training autogeno

PROGRAMMA LONGEVITY
4 giorni:
4 ginnastica corpo libero
4 linfodrenaggi
4 training autogeno

PROGRAMMA RILASSAMENTO
7 giorni:
7 giorni training autogeno
7 giorni massaggi relax

27-01-2012 - Marco Ferrari e Maurizio Leone oggi su Tele Europa Network

Marco Ferrari e Maurizio Leone oggi interverranno alla trasmissione in onda su Tele Europa Network per parlare dei vantaggi della corsa.

Per vedere la puntata clicca qui.

20-01-2012 - Il Prof. Giuseppe Pincente ospite della trasmissione di TEN

Oggi alle 14:30 il Prof. Giuseppe Pincente sarà ospite della trasmissione in onda su Tele Europa Network condotta da Emilia Canonaco. L`intervento verterà sulle patologie legate al ginocchio.

Per vedere la puntata clicca qui.

18-01-2012 - Corsi di Pilates

Ecco la tua nuova cura di bellezza che mira alla salute.

PILATES MATWORK
PILATES con PICCOLI ATTREZZI
PILATES IN GRAVIDANZA

Il PILATES è un metodo di allenamento per la tua mente e il tuo corpo. Trae ispirazione dalle antiche discipline orientali quali lo Yoga e il Do-In. E’ un programma di esercizi che si concentra sui muscoli posturali; quei muscoli che ci aiutano a tenere il corpo bilanciato dando supporto alla colonna vertebrale. Con questa disciplina si acquisisce consapevolezza del respiro, allineamento della colonna vertebrale, tonicità di tutti i muscoli, anche quelli poco utilizzati e benessere psico-fisico. Prenditi cura finalmente di te, non importa quanti anni hai.
Il corso è tenuto dall`istruttrice della Federazione Italiana Fitness Paola Bonadies (v. curriculum_paola_bonadies) presso: 
CMR - Centro di Medicina Riabilitativa
Settimo di Montalto, Via Olindo Blandi, Tel. 0984/937570
Tel. 0984/854111 – E-mail: info@fisiocmr.it - Cell. 340.2475937

18-01-2012 - Corso di Pilates in gravidanza

PREPARATI AL GRANDE EVENTO DEL PARTO, PRENDIITI CURA DI TE E DEL TUO BAMBIINO.

Il Pilates:
- aiuta la tua schiena a liberarsi da ogni tensione muscolare;
- migliora la postura forzata e scorretta durante i mesi di gestazione;
- educa alla respirazione corretta, alla concentrazione e al rilassamento;
- tonifica la muscolatura del corpo e del pavimento pelvico, per affrontare con consapevolezza e serenità la nascita di tuo figlio;
- aumenta la vitalità e il benessere psico-fisico.

Anche per te, neo-mamma è la giusta occasione per raggiungere autostima e sicurezza del tuo corpo in breve tempo. Recupera la tonicità dell`addome in seguito a un parto naturale o a un cesareo.
Il Pilates previene il mal di schiena, l`incontinenza, il prolasso della vescica e dell`utero. L`esercizio fisico riduce al minimo il rischio della depressione postpartum.

Il corso è tenuto dall`istruttrice della Federazione Italiana Fitness Paola Bonadies (v. curriculum_paola_bonadies) presso: 
CMR Centro di Medicina Riabilitativa
Settimo di Montalto, Via Olindo Blandi, Tel. 0984/937570
Andreotta di Castrolibero, Viale della Resistenza, 11/13
Tel. 0984/854111 - E-mail: info@fisiocmr.it - Cell. 340.2475937

22-12-2011 - Tre giornate mediche del CMR: terzo seminario

Presso il centro CMR di Castrolibero, alle ore 19, oggi si terrà il seminario sul tema "La ginnastica propriocettiva: nuove prospettive terapeutiche".
I relatori saranno: Enrico Spadafora, dottore in Scienze Motorie e Fisioterapia e Luigi Pincente, dottore in Scienze Motorie.

01-12-2011 - Tre giornate mediche del CMR: primo seminario

In occasione delle tre giornate mediche del CMR, oggi, a Castrolibero, si terrà il seminario dal titolo: "Rinforzo muscolare degli arti inferiori pre e post operatorio: Vector - Flex Tensor - Isocinetica".
Interverranno come relatori: Simone Lo Bianco, dottore in Fisioterapia, Antonella Spizzirri, dottoressa in Scienze Motorie e Giuseppe Pincente, preparatore atletico.

24-09-2011 - Apertura Centro Bologna

Il 24 settembre 2011 il centro di medicina riabilitativa CMR ha aperto anche a Bologna. Il centro si pone al servizio dei pazienti con professionalità e disponibilità puntando su un connubio scientifico rivoluzionario: le metodiche manuali più efficaci e sicure e i più sofisticati e moderni macchinari di terapia fisica.

Il centro si trova in:
Via di Corticella, 89/2 - 40128 Bologna
tel. 051.6312343 – 347.6053283
Il centro è collocato all`interno del Quartiere Navile 

Macchinari di terapia fisica e di riabilitazione presenti nel centro:

- Tecarterapia
- Crioultrasuonoterapia
- Ionoforesi, tens
- Elettrostimolazione
- C.C. diadinamiche
- Libra
- Leg–extension e leg-press
- Macchinari per rinforzo muscolare e resistenza elastica