Seminario 8 Giugno al CMR di Bologna : Perchè ci ammaliamo? La Medicina integrata : percorsi di cura per un nuovo concetto di salute

Il principio della medicina moderna, da secoli, si fonda su una visione meccanicistica e questa sancisce la divisione mente-corpo: se all`inizio, però, una tale concezione si era rivelata utile, data la complessità dello studio della disciplina, oggigiorno non è più concepibile separare due elementi che costituiscono un organismo unico e indissociabile.

Da qui anche il "prendersi cura" di una persona ammalata, diventa un`impresa riservata e distante dal soggetto.

La medicina integrata, con la sua visione olistico-scientifica, da diverso tempo sta cercando di costruire un nuovo concetto di "salute": conscia del fatto che non è semplice scardinare dei retaggi culturali radicati da secoli, anche nella forma mentis di molti professionisti che lavorano nell`ambito sanitario.

Innanzitutto, questo nuovo concetto di salute, vuole che si coinvolga la persona nel percorso di cura, vedendo la "malattia" come una condizione di disagio dell`uomo, da considerare nel suo “intero" e non piu scisso.

Ieri, grazie alla numerosa presenza al seminario del CMR di Bologna, l`entusiasmo, la partecipazione attiva della gente, si è condiviso ed apprezzata la rivalutazione dell`uomo nel suo percorso di cura.

Si può certamente affermare che la "ritrovata armonia" della medicina integrata possa essere, finalmente, un inizio di consapevolezza e di nuova coscienza, sia nell`utente che nel professionista della salute. Un grazie a tutti i partecipanti, sia l`uditorio che i relatori, è doveroso.

La storia della nuova medicina, a servizio della "salute", ha avuto inizio e non può più essere fermata.